Torna agli Eventi

Giornata Nazionale de I Parchi Letterari, terza edizione

22 Ottobre 2017

Domenica 22 ottobre 2017 avrà luogo la terza edizione della Giornata Nazionale dei Parchi Letterari Italiani. Per tutto il giorno, tutti i parchi, da nord a sud, apriranno le loro porte a lettori e viaggiatori. Non mancare!
III° Giornata Nazionale de I Parchi Letterari 

domenica 22 ottobre 2017


...Immaginate piuttosto un minuscolo paese,
un borgo sperduto tra le montagne.
Al tempo della mia storia io vivevo laggiù,
e del resto (aggiunse sorridendo) è là che sono nato...

Tommaso Landolfi , La notte provinciale, La spada, 1942

Letture, incontri, percorsi naturalistici e letterari, case museo, spettacoli, mostre, persone, luoghi e ricette che hanno ispirato alcune delle più belle pagine della nostra letteratura

info: info@paesaggioculturaleitaliano.com - www.parchiletterari.com

«Accade a volte di sognare di passeggiare tra le pagine di un libro; ma che ne direste se ad avvolgersi attorno a voi fosse un intero Parco Letterario?» Così la poetessa Ginevra Lilli ha recentemente colto l’essenza dei Parchi Letterari, promossa dalla rete della Società Dante Alighieri, che Stanislao Nievo amava definire «gli angoli magici, i luoghi dell’ispirazione di grandi autori e poeti».
La Terza Giornata dei Parchi Letterari sarà festeggiata da noi tutti con spettacoli, letture, percorsi naturalistici e itinerari gastronomici che continueranno a farci sognare, incontrare i personaggi e rivivere i luoghi che hanno ispirato alcune delle più celebri opere della nostra letteratura.
Da Dante a Petrarca, da Giuseppe Giovanni Battaglia a Giosue Carducci, da Albino Pierro a Eugenio Montale, da Alessandro Manzoni a Tommaso Landolfi e Pier Paolo Pasolini, una giornata speciale per appropriarci in maniera diversa delle sensazioni che la sensibilità degli autori è riuscita a trasformare in opere uniche.
Con Grazia Deledda, Giuseppe Antonio Borgese, Francesco De Sanctis, Carlo Levi e Eugenio Montale, tutti insieme Vi aspettiamo per percorrere con Gabriele d'Annunzio "quel sentiero che hai passato cento volte” ... che “con me ti sembrerà novo".
In allegato, in fondo alla pagina, puoi salvare la locandina
 
 
I Parchi e gli eventi

Parco Letterario Francesco Petrarca e dei Colli Euganei (Pd)
I Colli Euganei in provincia di Padova sono il cuore letterario del Veneto, non solo dal punto di vista geografico: lo testimonia la presenza imponente di un’infinità di autori che hanno scelto di visitare questo incredibile universo decantato in tutti i secoli, Claudiano, Shelley, Buzzati, Comisso, Foscolo fino ad Andrea Zanzotto che lo ha definito "fantasie di colline". Ma è soprattutto in eta' romantica che inizia una moda che si è protratta ininterrotta per i secoli successivi: il pellegrinaggio di letterati ad Arquà Petrarca per visitare il paese dove si è spento nel 1374 il celebre poeta. Tutta colpa del Petrarca dunque se oggi possiamo "leggere" luoghi, ville, castelli, giardini e paesaggi con le loro parole e le loro emozioni: grazie alle targhe letterarie posizionate in vari punti del territorio, il visitatore/lettore può provare un'esperienza emozionale che rinforza anche la percezione del bene o del territorio descritto e genera un piacevole ricordo che il turista porta a casa con se'.
EVENTO 22 OTTOBRE Il parco Letterario arriva anche nella citta' di Este con l'inaugurazione delle nuove targhe letterarie dedicate all'Ariosto e a Shelley, perche' dal rinascimento all'epoca romantica, Este non ha mancato di stupire scrittori di rilievo internazionale. Si effettuerà' una passeggiata tra castelli e ville con alcune letture e al termine della passeggiata il ritrovo è presso il Bar "Giardini di Este" per una degustazione dei prodotti del territorio e la dimostrazione dell'antica arte della lavorazione della ceramica estense a cura di Arte Piu'. ore 15.00 appuntamento all'ufficio di Informazioni turistiche della citta' (IAT, via G.Reni, vicino al Museo Nazionale Atestino)
L'evento è gratuito, non occorre prenotazione, basta presentarsi in loco. In caso di forte maltempo l'evento di presentazione si svolgerà comunque al Bar "Giardini di Este"
Vedi il Programma: http://bit.ly/2kTAuAg

Parco Letterario Eugenio Montale e delle Cinque Terre, Parco Nazionale delle Cinque Terre (SP)
Qui il viaggiatore attento può ritrovare le suggestioni e le tracce di uno dei più grandi poeti del ‘900, il premio Nobel Eugenio Montale, in un contesto naturale e paesaggistico potente, in gran parte ancora intatto, cristallizzato nelle tele di Telemaco Signorini e Antonio Discovolo. Sono proprio questi “dorsi di colli e di cielo” che hanno ispirato molti versi del poeta, gli stessi riconosciuti come Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1997 e poi meritevoli di protezione ambientale con l’istituzione del Parco Nazionale e la sua Area Marina Protetta nel 1999.
EVENTI 22 OTTOBRE:
1) Le viti delle Cinque Terre a Riomaggiore - ore 9 e 15
Escursione attraverso i vigneti dell’Azienda Agricola Possa. Ritrovo ore 9 e 15 presso l’Info Point del Parco Nazionale delle Cinque Terre in Località Lavaccio di Riomaggiore.
Evento nell'ambito del Cinque Terre Walking Park, calendario di escursioni con guide esperte del Parco alla scoperta del paesaggio terrazzato delle Cinque Terre, organizzate dal Corsorzio ATI Cinque Terre.
Partecipazione gratuita per i possessori di CINQUE TERRE CARD. PER I NON POSSESSORI IL COSTO E' DI € 6,50.
Info e prenotazioni: visiteguidate@ati5terre.it tel 0187 743500
2) La poesia della terra, Santuario di Nostra Signora di Soviore (Monterosso al Mare) - ore 10.30 - 18
Dalle ore 10 e 30 Mostra mercato di tipicità, arte e artigianato tra Cinque Terre, Val di Vara e Lunigiana all'ombra dei lecci secolari a partire dalle ore 12 e 30 Pranzo tipico al Ristorante di Soviore
Ore 15 Presentazione del Volume "Le sette meraviglie della Lunigiana*" alla presenza degli autori (ingresso libero) – presso Sagrato della Chiesa – Il volume prende lo spunto da questo modello e identifica sette elementi appartenenti al territorio della Lunigiana che rappresentano delle unicità e destano meraviglia. Nel libro illustrate e descritte come in una guida vengono raccontate le Cinque Terre, Statue stele, i castelli, le alpi apuane e il golfo di La Spezia, i luoghi danteschi e e quelli dell’antica arte degli stampato. Oltre ai monumenti, la scelta si amplia a comprendere paesaggi e opere dell’uomo, esclusive di una regione etnico-linguistica che dal Medioevo ad oggi ha avuto un solo confine, quello dell’antica Diocesi di Luni.
Ore 16 e 15 Concerto MARICANTI gruppo vocale - (ingresso libero) – presso Chiesa N.S. Di Soviore
Info e prenotazioni Ristorante Santuario di N.S. di Soviore tel. 0187/817385-817470 fax 0187/817097 e-mail info@soviore.it
3) La Via delle Agavi, Borgo di Monterosso al Mare - Ore 17
Passeggiata Lungo la Via delle Agavi, aspettando il tramonto. Omaggio a Montale. Organizzazione a cura della Pro Loco Monterosso
Info e prenotazioni (ingresso libero) infoprolocomonterosso@gmail.com - tel 0187 817506
Per informazioni sugli eventi e prenotazioni visita www.parconazionale5terre.it http://www.parchiletterari.com/parchi/montale-e-le-cinque-terre-015/index.php
Vedi il Programma
http://www.parconazionale5terre.it/dettaglio.php?id=44242
 
http://bit.ly/2zdyYLt

Parco Letterario Giosue Carducci, Castagneto Carducci (Li)
In Toscana “quel tratto della Maremma che va da Cecina a San Vincenzo, è il cerchio della mia fanciullezza... Ivi vissi, o, per meglio dire, errai, dal 1838 all’Aprile del 1849. Le dolci colline, la Strada del Vino, i boschi, gli uliveti, le pinete ombrose, il canto delle cicale, le ampie spiagge su un mare cristallino, i castelli dei Della Gherardesca...” è lo scenario del Parco Letterario Giosue Carducci che caratterizza i borghi storici intorno a Castagneto Carducci, Bolgheri e Donoratico. Un ambiente preservato ove Carducci, premio Nobel nel 1906, riconosceva l’essenza della natura fiera e cortese lungo il viale di cipressi più famoso d’Italia.
EVENTO 22 OTTOBRE: Visita speciale "Carducci e le donne". Durante la giornata ci sarà una particolare visita guidata del Museo Archivio G.Carducci alle ore 11.00 e alle ore 16.00, per approfondire gli aspetti romantici della vita del poeta. Incontreremo le donne amate dal Carducci, Sue Muse ispiratrici. Il museo sarà aperto gratuitamente dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.
Per info tel 0565 765032
Vedi il Programma: http://bit.ly/2xIF9Gj

Parco Letterario Pier Paolo Pasolini, Ostia (Rm)
Ad Ostia (Roma) troviamo il Parco Letterario Pier Paolo Pasolini, poeta , poeta amatissimo da più generazioni, il cui ricordo gli amici dell’Oasi Centro Habitat Mediterraneo della LIPU custodiscono con grande amore e spirito civile. Il sito dove venne realizzato dallo scultore Mario Rosati, un monumento a ricordo del tragico evento che spezzò la vita di Pasolini (1922-1975), si trova in un territorio ampio e ricco di contraddizioni. Quell’opera che negli anni divenne il simbolo di un’area lasciata nel più completo abbandono, è oggi al centro di un’oasi naturale protetta di interesse internazionale (CHM-Lipu).
EVENTO 22 OTTOBRE: "Le Fantastiche Upupe”
Una giornata con le Giovani Upupe del CHM Lipu Ostia, in occasione della Giornata Nazionale dei Parchi Letterari Promosso da CHM Lipu Ostia e Parco Letterario Pier Paolo Pasolini
Programma: h. 16.00: introduzione all'oasi, visite guidate e momenti ludici ed artistici a cura delle Giovani Upupe del CHM Lipu Ostia h. 18.00: presentazione del volume "Il mio primo grande libro sugli uccelli", con Francesco Barberini, classe 2007, aspirante ornitologo h. 18.30: Liberazione di un rapace curato dal CRFS Lipu Roma
La partecipazione a tutte le attività è libera e gratuita. E' gradita un'email di conferma della partecipazione, da inviare all'indirizzo: chm.ostia@lipu.it. . Raccomandati binocolo e scarpe comode. Appuntamento presso il Centro Visite Mario Pastore del Centro Habitat Mediterraneo Lipu Ostia - parcheggio Porto Turistico di Roma - ingresso da Via dell'Idroscalo.
Vedi il Programma: http://bit.ly/2wYmKWz

Parco Letterario Le Terre di Dante
Per chi desidera conoscere a fondo le città, i borghi, i luoghi vissuti dal Sommo Poeta, consigliamo di visitare il Parco Letterario Le Terre di Dante, un percorso itinerante che abbraccia un vasto territorio partendo da Firenze per arrivare a Ravenna. Il Parco letterario mira a fare conoscere i luoghi incantevoli della Toscana e della Romagna resi immortali dalle opere del “padre della lingua italiana”, in vista delle celebrazioni del 2021.
EVENTO 21 - 22 OTTOBRE: "Nel Mugello sotto il cielo di Giotto”
Sabato 21 e domenica 22 OTTOBRE 2017
Nella Giornata Nazionale dei Parchi Letterari che si svolgerà domenica 22 ottobre, il Parco Terre di Dante, il Mugello e Vicchio, luogo natio di Giotto (1267 – 1337), celebreranno i 750 anni dalla nascita del pittore con l'itinerario "NEL MUGELLO SOTTO IL CIELO DI GIOTTO". L’itinerario potrà svolgersi, a scelta, in una o due giornate, come da programmi dettagliati leggibili nella sezione “eventi” del sito www.terredidante.it. Un viaggio alla scoperta delle terre del Mugello, ricche di bellezza paesaggistica, di arte, tradizioni e cultura. A Vicchio visiteremo la casa natale di Giotto e il Museo d’arte sacra dedicato a Beato Angelico dove, fino al 31 ottobre, verrà esposta una tra le opere fondamentali di Giotto, la grande tavola "Madonna di S. Giorgio alla Costa"; a Borgo San Lorenzo, nell’incantevole Pieve di San Lorenzo ammireremo un’altra opera del pittore, "La Vergine col Bambino"; a Scarperia presso il trecentesco Palazzo dei Vicari scopriremo un prezioso affresco del Ghirlandaio; altri dipinti e affreschi trecenteschi saranno visitabili in diversi luoghi del Mugello.
I programmi in dettaglio sul sito del Parco al seguente link: http://www.terredidante.it/it/eventi.jsp
Per informazioni: info@terredidante.it - Tel: 320 4603033
Vedi il Programma: http://bit.ly/2ykvvxV

Parco Letterario Gabriele d’Annunzio, Anversa degli Abruzzi (Aq)
L’antico abitato di Anversa, uno dei "Borghi più Belli di'italia", è adagiato su uno sperone roccioso, a 660 metri d’altitudine e domina l’ultimo tratto delle suggestive Gole del Sagittario, oggi Riserva Naturale del WWF. Attraversata dalla tortuosa strada che costituisce la cerniera naturale tra la Valle Peligna e la valle superiore del Sagittario, Anversa fu scelta da Gabriele d’Annunzio per l’ambientazione de “La fiaccola sotto il moggio”. Da sempre luogo di richiamo di letterati, botanici, artisti e viaggiatori, il paese ha fornito l’ispirazione anche a Maurits Escher che dal piccolo nucleo di Castrovalva, antichissimo borgo a 820 metri di quota, ammirava il paesaggio delle Gole fino a Cocullo, il paese cui San Domenico donò un proprio dente facendo scaturire nella popolazione una fede che andò a soppiantare il culto pagano della dea Angizia, protettrice dai veleni, tra cui quello dei serpenti.
EVENTO 22 OTTOBRE: "Orizzonti tra foglie d'Autunno”, selezione di “letture ad alta voce” per bambini e adulti
DOMENICA 22 OTTOBRE ore 16,30 presso la Biblioteca comunale, A cura della Coop. Sociale Daphne
Per info sull’Oasi WWF Gole del Sagittario 0864 49587 http://www.parchiletterari.com/parchi/dannunzio/index.php

Parco Letterario Tommaso Landolfi , Pico (Fr)
Pico, piccolo comune ciociaro  in provincia di Frosinone, uno dei “Borghi più belli d’Italia”, è arroccato su una collina a ridosso di monte Pota. Unire la valorizzazione del borgo di Pico alla figura di Tommaso Landolfi, la cui opera singolare è impregnata di umori, immagini, fantasie legate alla vita e ai personaggi del paese, è un volere richiamare alla memoria storica e letteraria un genio del novecento, considerato uno degli scrittori italiani di maggior rilievo del Novecento. A Pico è possibile immergersi nella natura nei nuovi Percorsi Montani, sentiero all’interno del Parco Naturale dei Monti Aurunci, immortalati dal Landolfi durante le sue descrizioni delle battute di caccia che organizzava con i cugini. La parte montana si articola in 4 soste principali: Rifugio Pozzo Ranucci, Pozzo la neve, Fossa Rotonda e Valle Vona. Il sentiero rappresenta una delle peculiarità del Sistema Letteratura e Cinema dell’Ecomuseo realizzato dal Parco Naturale dei Monti Aurunci, al fine di materializzare ambiti teorici di studio in luoghi in cui percepire ciò che si è potuto leggere nelle pagine delle opere dei diversi autori.
EVENTO 22 OTTOBRE: Visita del borgo, accompagnati dal personale del Parco
Per info 392 4616385  http://www.parchiletterari.com/parchi/tommaso-landolfi/index.php

Parco Letterario Carlo Levi, Aliano (Mt)
Nel Parco dedicato a Carlo Levi si rivivono emotivamente i luoghi e gli eventi descritti nel Cristo si è fermato a Eboli, il sentimento poetico e il profondo amore dello scrittore e artista per la terra lucana e la sua gente. Aliano, uno dei "Borghi Autentici d'Italia", con le sue case dalle magiche facciate dalle cui piccole finestre, occhi stregati che sormontano archi immensi come bocche, si spazia sull’infinita distesa delle argille aride, ondulanti nel sole a perdita d’occhio, ed è un esempio di recupero e conservazione ambientale. Il silenzio delle montagne, la solitudine dei paesi arroccati sui monti, le infinite distese di argilla, i fiumi lenti e sornioni della valle dell’Agri e del Sauro ed ancora le leggende dei briganti, delle fate, dei lupi mannari e delle streghe sono tutti elementi che raccontano e suscitano nel visitatore le stesse emozioni di meraviglia e stupore provate da Levi all’inizio del suo confino.
EVENTO 22 OTTOBRE: Apertura gratuita dei Musei di Aliano:  Casa Museo di Carlo Levi, la Pinacoteca Carlo Levi, il Museo della Civiltà contadina, il Museo Paul Russotto. (Mattino ore 10.30 - 12.30 Pomeriggio ore 16.30 - 19.30)
Per maggiori info: http://www.parchiletterari.com/parchi/carlo-levi/index.php

Parco Letterario Francesco De Sanctis, Irpinia (Av)
I Comuni dell’Alta Irpinia e il Gal Cilsi vi invitano a visitare il Parco Letterario Francesco De Sanctis.
Scrittore, critico letterario, politico, Ministro della Pubblica Istruzione e filosofo, Francesco De Sanctis fu tra i maggiori critici e storici della letteratura italiana nel XIX secolo. Lacedonia, Bisaccia, Calitri, Andretta, Guardia Lombardi, Morra De Sanctis e S. Angelo dei Lombardi sono tra i luoghi dell’Irpinia descritta in “Un viaggio elettorale” - il famoso réportage ispirato al viaggio nel collegio elettorale di Lacedonia, compiuto dal De Sanctis per sostenere la propria candidatura alle elezioni politiche del 1874/75 – e nel libro di memorie, rimasto incompiuto e pubblicato postumo, “La giovinezza”
EVENTI 21-22 OTTOBRE:
Sabato 21 ottobre, Calitri, Anteprima della giornata de "i Parchi Letterari"
ore 15.00, Visita guidata ai luoghi desanctisiani a cura della Pro Loco
ore 17.30, presso la Sala EX ECA di Calitri, presentazione del Libro di Leandro Pisano, "Nuove geografie del suono".
con Michele Di Maio (sindaco di Calitri), Paolo Saggese, Renato Celano, Mario Salzarulo, Alfonso Nannariello e "La banda di Calitri”. E' previsto l'intervento di Marco Messina.
Domenica 22 ottobre. Morra De Sanctis, Municipio.
ore 9.00, il sindaco, Pietro Gerardo Mariani accoglie i visitatori dell'Associazione Accademia dei dogliosi
ore 9.30, Visita guidata ai luoghi desanctisiani (Castello, Vicolo De Sanctis, Casa Molinari) a cura della Pro Loco
Oasi WWF Lago di Conza della Campania
ore 15.00, Presentazione dell'evento: Letture a pedali nell'Oasi PArlante, con Marcello Giannotti, direttore dell'Oasi
ore 18.00, Narrazione degli escursionisti di Irpinia Trekking, L'esperienza sul Tracciato della Via Appia Antica
Vedi il Programmahttp://bit.ly/2zc9zBO

Parco Letterario Albino Pierro, Tursi (Mt)
A pochi chilometri dalla Aliano di Carlo Levi, nella collina materana, nel paesaggio lunare dei calanchi c’è il Parco Letterario Albino Pierro di Tursi (Mt). “Quella di Tursi, il mio paese in provincia di Matera, era una delle tante parlate destinate a scomparire. Ho dovuto cercare il modo di fissare sulla carta i suoni della mia gente”. Così Albino Pierro spiegò la svolta dialettale della sua poesia per cui venne più volte candidato al Nobel per la Letteratura. In dialetto descrive Tursi, un incredibile esempio di architettura spontanea ricca di volte, vicoli, grotte e scale, tra cui le petrizze, una ripida strada realizzata nel ‘600 da Carlo Doria con lo stesso numero di gradini di quel Palazzo Doria che a Genova venne in seguito chiamato Palazzo Tursi. In alto domina il rione della Rabatana (dal saraceno Rabat), circondato dai burroni, le Jaramme cantate dal poeta. Sede del Parco è la casa di Albino Pierro (‘u paazze), da cui si gode di una suggestiva vista sui calanchi verso il Santuario di Anglona (VII XII sec), sorto sulle rovine della colonia greca di Pandosia.
EVENTO 22 OTTOBRE: apertura casa-museo di Pierro (dalle 10 alle 12.30. dalle 16 alle 18)
Per info centrostudi.apierro@gmail.com http://www.parchiletterari.com/parchi/albino-pierro/index.php

Parco Letterario Isabella Morra, Valsinni (Mt)
Il Parco Letterario di Valsinni (MT),  è dedicato a Isabella Morra (Valsinni, 1520-1546), poetessa petrarchesca del Rinascimento e protagonista di un efferato delitto passionale: fu uccisa dai fratelli per aver mantenuto una relazione segreta con Diego Sandoval de Castro, poeta spagnolo e barone di Nova Siri. Attorno alla vicenda umana e poetica di Isabella Morra, una delle voci liriche più importanti del XVI secolo la cui produzione fu molto apprezzata da Benedetto Croce, il Parco Letterario propone un percorso “sentimentale” che si dispiega dal cuore del borgo medioevale di Valsinni (Bandiera Arancione del TCI) fino al castello, dimora dei Morra. Esplorando vicoli e viuzze del centro storico, il visitatore, viene accompagnato in un clima suggestivo per rivivere le tragiche vicende del destino della giovane poetessa, 
EVENTO 22 OTTOBRE: Visita del Parco Letterario
-ore 10:00 accoglienza presso il Centro visite della Pro Loco in Piazza Carmine, 20
-ore 10:30 Viaggio sentimentale "Il Borgo racconta" nei vicoli del Centro Storico con menestrello e cantastorie
-ore 12:00 Visita al castello feudale dei Morra
-ore 19:00 Rappresentazione teatrale: BENEDETTO CROCE diario di un pellegrinaggio, spettacolo di teatro - musica presso la sala eventi "Ninì Truncellito"
Per il pranzo, si potrà prenotare in umo dei ristoranti presenti a Valsinni: La Fontana del Borgo, tel. 3939169769 La Beccheria del Feudo, tel. 3281180715 Il Maniero, tel. 3484519673.
Vedi il Programmahttp://bit.ly/2xJpOdB

Parco Letterario Pier Maria Rosso di San Secondo, Caltanissetta
EVENTO 22 OTTOBRE:
spettacolo teatrale "Inferno Mediterraneo”
ore 18, presso il Teatro Rosso di San Secondo, Via Salita Matteotti 10, Caltanissetta
Di Riccardo Corcione Regia di Laura Tedesco Con Laura De Santis (voce), Azzurra Cavicchia (violino), Laura Tedesco (attrice)
Tre giovani sorelle attraversano le terzine di Dante dando voce all’inferno dei cadaveri naufragati nel Mare nostrum. Come nella condizione infera dei Lager nazisti, lì dove Primo Levi ha sentito che la Commedia «lo riguarda, riguarda tutti gli uomini in travaglio», esse cercano nelle terzine di Pier delle Vigne, di Ulisse e del conte Ugolino risposte a un dolore che si fa racconto. I tre profili danteschi, allora, appaiono straordinariamente fraterni e vicini alle nostre protagoniste, le quali a loro volta si impegnano nella ricerca di un linguaggio capace di esprimere l’orrore.
Una scrittrice, una cantante, una violinista: tre donne a cui è affidato il dolore del ricordo, ultime troiane dei nostri giorni, danno corpo, voce e suono a un racconto-lamentazione e a un’aspra storia d’amore con il muto paesaggio marino. Durante questa orchestrazione polifonica della narrazione, lo spazio scenico si nutrirà della presenza viva dell’acqua che chiamerà noi e loro a un confronto totale, a domande, tanto universali quanto concrete, sul sé e sull’altro, «infin che ’l mar fu sopra noi richiuso».
Il gruppo “Linguaggi Diversi”, con sede a Roma, è composto da artisti provenienti da differenti esperienze e realtà creative e si pone come obiettivo di ripensare opere della letteratura italiana ed europea attraverso pratiche e tecniche innovative. Diretto da Laura Tedesco, attrice/regista di opere in cui il contemporaneo riscrive la tradizione avendo come momento privilegiato il rapporto con il pubblico e che si è specializzata in drammaturgia presso l’Accademia D’arte Drammatica “Silvio D’Amico”, il gruppo si arricchisce della collaborazione con Riccardo Corcione, italianista e drammaturgo, con Azzurra Cavicchia, violinista dell’Orchestra del Conservatorio Santa Cecilia, che ha collaborato con la Naples Royal Philharmonic Orchestra, e con il soprano Laura De Santis, che ha avuto il suo debutto attoriale nel cortometraggio Appunti per un film su zio Vanja, per la regia di Marco Bellocchio.
Vedi il Programma: http://bit.ly/2gnnstb

Parco Letterario Giuseppe Giovanni Battaglia, Aliminusa (Pa)
In Sicilia, tra Cefalù e le Madonie, alle spalle del meraviglioso scenario del Monte San Calogero, e le strette e tortuose strade della leggendaria Targa Florio che tagliano i campi gialli della campagna siciliana, sorge la piccola Aliminusa (Pa) con il suo Parco Letterario intitolato a Giuseppe Giovanni Battaglia. Battaglia, poeta, drammaturgo e scrittore apprezzato da Pasolini, Sciascia e altri grandi intellettuali italiani. La poetica di Battaglia si fa spazio tra la sua forte identità di cultura contadina e la sua difficile assimilazione del mondo urbano e industriale le cui scioccanti evoluzioni sociali il Poeta predisse e denunciò. Se Battaglia prende la strada della città, il suo cuore resta legato alla sua magnifica terra, La terra vascia de La Piccola valle di Alì, e, con essa, ai suoi volti, alla sua religione, ai suoi riti, alla dignitosa generosità dei suoi abitanti. Il grande Sciascia, leggendo le opere del Poeta G.G. Battaglia, lo definì il poeta contadino, il poeta della terra. Ecco perché il Comune di Aliminusa ha realizzato un Centro Visite del Parco Letterario dove si può passeggiare in un ambiente incontaminato e leggere le più importanti poesie del poeta in un percorso guidato. Si offre così a tutti i visitatori la possibilità di conoscere la poetica di Battaglia e la cultura contadina con un percorso sensoriale (percorso di poesie, Percorso "Case Museo contadine", stanza del Poeta, zoo contadino).
Per info parcobattaglia@libero.it
http://www.parchiletterari.com/parchi/giuseppe-giovanni-battaglia/index.php


Nel Parco Letterario Alessandro Manzoni e Parco Adda Nord (Mi) è possibile, previa prenotazione, visitare i più famosi luoghi manzoniani.
A partire dalle Chiuse di Leonardo (Trezzo sull'Adda), il ponte di Paderno e il villaggio operaio di Crespi d'Adda. Un fiume, l’Adda, decantato dai più illustri poeti della letteratura italiana. Alessandro Manzoni l'ha reso celebre ambientando sulle sue sponde gran parte dei Promessi Sposi. Ci ha regalato pagine celebri come l'«Addio ai monti sorgenti dall'acque», ma anche una poesia intitolata «Adda»: un idillio allegorico che nel 1803 volle mandare al suo maestro, Vincenzo Monti, invitandolo a trascorrere qualche giorno sulle rive del fiume. O consigliamo di visitare il borgo di Pescarenico, dove si trova il convento dei cappuccini dove vive il padre Cristoforo, che sorge fuori dell'abitato e di fronte all'ingresso nel paese. O Lecco, «Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti...”.
Per info sulle visite http://www.parcoaddanord.it/
http://www.parchiletterari.com/parchi/alessandro-manzoni/index.php

Parco Letterario Grazia Deledda, Galtellì (Nuoro)

“Canne al vento”, il romanzo che più di tutti ha contribuito all’assegnazione a Grazia Deledda del premio Nobel nel 1926, sembra rivivere negli scorci dell’antica Galte, nei suoi colori, nei suoi sapori, nei siti archeologici e nelle suggestioni dei panorami del Monte Tuttavista e del Golfo di Orosei. Una semplice passeggiata finisce col trasformarsi in una caccia ai tanti tesori di un paese incantato ricco di antiche case restaurate ed aperte ai visitatori che vi riscoprono i verdi cortili e i tanti oggetti di uso quotidiano, testimonianze ancora vive nella memoria. Tra la Cattedrale pisana e San Pietro, la casa delle dame Pintor, l’orto di Efix e gli eleganti palazzetti di quella nobiltà rurale decaduta ispiratrice della Deledda, a Galtellì (uno dei Borghi Autentici d'Italia e Bandiera Arancione del TCI) accade ancora spesso di imbattersi in esibizioni quasi spontanee de’ Sos Tenores - Canto a Tenore -, un’arte senza tempo riconosciuta dall’Unesco “Patrimonio immateriale dell’Umanità”.
Per info tel 0784 90005 http://www.parchiletterari.com/parchi/grazia-deledda/index.php

Parco Letterario Giuseppe Antonio Borgese, Polizzi Generosa (Pa)
"La Sicilia è un'isola non abbastanza isola, meno che nazione, più che regione". Esordisce con questa frase G. A. Borgese in uno dei suoi tanti scritti, mostrando così il rimpianto verso la sua isola e verso questo piccolo centro montano in provincia di Palermo. Pur avendo lasciato molto presto le sue montagne, egli ha saputo tuttavia mantenere i legami emotivi e culturali con le sue radici, la qual cosa gli ha consentito la produzione di scritti per i quali è entrato a far parte della storia della letteratura italiana e internazionale. Bastano le sue parole per immaginare con gli occhi questo borgo: Lassù nelle Madonie, che è il nome degli Appennini di Sicilia, dove non sono tornato ancora, il paese dei miei primi anni ha spazio. In tutto il gran scenario, oleandri lungo la valle classica, olivi di greppo in greppo, vette chiare calanti a schiera dagli acropoli del centro al mare, infine il mare d'Imera, tagliato a spicchio, dietro l'ultima quinta, non si vede altra città o villaggio. Polizzi Generosa, drappeggiata nel suo superbo epiteto, torreggia da sola (Giglio di roccia 1952).
Per info tel 0921.551600 http://www.parchiletterari.com/parchi/giuseppe-antonio-borgese/index.php

Parco Letterario Federico II, Melfi (PZ)
Federico II soggiornò tantissime volte a Melfi, città che prescelse come luogo della sua residenza estiva. La scelta di Melfi non fu fortuita. Federico II, che aveva propositi ben precisi, fra l’esoterico splendore di Palermo e i castelli svevi delle brume foreste teutoniche, scelse per le sue Costituzioni, la Caput Apuliae dei suoi avi normanni. Federico II, vero sovrano illuminato, fu amante delle arti, della letteratura e delle scienze, favorì gli studi e creò uno stato autonomo anche se assolutistico. A Melfi egli allocò la sede della “Camera del Regno”, dell’Archivio e della Corte dei Conti. Ed ancora, uno fra i più bei giardini zoologici, nel quale sarebbe apparsa, per la prima volta in Europa, la giraffa, dono del Sultano, a conclusione della Crociata. Da visitare il bellissimo Castello, la Cattedrale, la Cinta muraria e le varie porte medievali (Calcinaia, Venosina, Troiana).
http://www.parchiletterari.com/parchi/federico-ii-055/index.php


Giornata Nazionale de I Parchi Letterari, terza edizione - Foto 1Giornata Nazionale de I Parchi Letterari, terza edizione - Foto 2Giornata Nazionale de I Parchi Letterari, terza edizione - Foto 3Giornata Nazionale de I Parchi Letterari, terza edizione - Foto 4Giornata Nazionale de I Parchi Letterari, terza edizione - Foto 5
Torna agli Eventi
I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®