Torna agli Eventi
Immagina Mancante

XXIXa Edizione Interregionale di Estemporanea di Pittura “ Premio Carlo Levi.

13 Marzo 2015

I Parchi Letterari® Carlo Levi, Aliano (Mt). Il Circolo Culturale “N.Panevino”, la Pro-Loco Aliano, con il Parco letterario® Carlo Levi di Aliano ed il Comune di Aliano, Vi invita alla XXIXa Edizione Interregionale di Estemporanea di Pittura “
 

 I Parchi Letterari® Carlo Levi, Aliano (Mt)

Il Circolo Culturale “N.Panevino”, la Pro-Loco Aliano, con il Parco letterario® Carlo Levi di Aliano ed il Comune di Aliano, Vi invita alla XXIXa Edizione Interregionale di Estemporanea di Pittura “ Premio Carlo Levi.

Vedi il bando in allegato
 


“…fu dapprima esperienza, e pittura e poesia…e poi teoria e gioia di verità per diventare infine apertamente racconto…”, Carlo Levi



L'Estemporanea verte sul tema “da Eboli ad Aliano e…”,  tecnica libera e con riferimento alla tematica leviana ed ai personaggi alianesi di ieri e di oggi.

Carlo Levi, Aliano"... spalancai una porta-finestra, mi affacciai ad un balcone, dalla pericolante ringhiera settecentesca di ferro e, venendo dall'ombra dell'interno, rimasi quasi accecato dall'improvviso biancore abbagliante. Sotto di me c'era il burrone; davanti, senza che nulla si frapponesse allo sguardo, l'infinita distesa delle argille aride, senza un segno di vita umana, ondulanti nel sole a perdita d'occhio, fin dove, lontanissime, parevano sciogliersi nel cielo bianco" 

Il rapporto che  ha legato Carlo Levi alla terra lucana emerge dai suoi dialoghi conGiulia la Santarcangiolese la quale entrando nella sua casa di Aliano, contribuì a svelargli i segreti della storia, dei luoghi, dei misteri di quella terra:  
“Una sola fa veramente per lei: è pulita, è onesta, sa far da mangiare, e poi, la casa dove lei va ad abitare è un po’ come fosse la sua….Mi decisi dunque a cercarla…e fece il suo ingresso nella mia nuova casa. Giulia era una donna alta e formosa, con un vitino sottile come quello di un’anfora, tra il petto e i fianchi robusti. Il viso era ormai rugoso per gli anni e giallo per la malaria, ma restavano i segni dell’antica venustà nella sua struttura severa, come nei muri di un tempio classico, che ha perso i marmi che l’adornavano…” 

E dalle azioni quotidiane di Giulia descritte minuziosamente nel libro, è possibile oggi ricostruire il mosaico dei luoghi intatti che avevano ispirato l’Autore nel suo esilio. Egli aveva la facoltà di passeggiare solo nel tratto del paese compreso tra la sua casa ed il cimitero, conservati ambedue intatti e ricchi di quello stesso sapore che traspare dalla lettura dei suoi brani e dalla contemplazione dei suoi quadri.

In questo breve tratto urbano percorso infinite volte, Levi incontra i malati, discute con i notabili, dipinge le valli che lo circondano, avvicina i contadini e la loro antica cultura ricavandone un quadro così esteso ed universale tra il suo mondo interiore ed il mondo di quella gente primitiva da diventare un saggio a diffusione universale definito da Rocco Scotellaro come “Il più appassionante e crudele memoriale dei nostri tempi”.

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA XXIX EDIZIONE INTERREGIONALE 
ESTEMPORANEA DI PITTURA “PREMIO CARLO LEVI”
Via Stella,65- 75010 ALIANO (MT)
Tel./fax: 0835/568074
Cell. 329/9636664
E-mail: dilengepietro@gmail.com
www.parcolevi.it 


ALLEGATO

Torna agli Eventi
I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®