Torna agli Eventi
Immagina Mancante

“Attraverso l’Italia con i Parchi Letterari”: Francesco De Sanctis

08 Maggio 2014

8-10 maggio 2014, Roma, Palazzo Firenze. Roma. La Società Dante Alighieri Vi invita al quarto appuntamento della rassegna "Attraverso l'Italia de I Parchi Letterari®, dedicato a Francesco De Sanctis
  
I Parchi Letterari® Francesco De Sanctis

Il Parco Letterario ® Francesco De Sanctis (Alta Irpinia - Av) 
si presenta alla Dante Alighieri 

giovedì 8 maggio (h 18.00) - venerdì 9 maggio (h 10.00 -18.00) 
sabato 10 maggio 
( h10.00 - 14.00)
quarto incontro della rassegna 

Attraverso l’Italia con i Parchi Letterari
Dedicata ai Parchi di nuova istituzione

Palazzo Firenze (P.zza Firenze 27), Roma 
Incontro aperto al pubblico

(inoltre: sabato 10 e domenica 11 maggio  apertura straordinaria di Palazzo Firenze  con OpenHouse.org e Festival di Madrelingua -vedi sotto)
"La sera ci fu gran pranzo, coi soliti strangolapreti, e il polpettone, e la pizza rustica, e altri piatti di rito. Il dì appresso visitai tutti i luoghi dov’era passata la mia fanciullezza. Fui nel sottano, e dove si ammazzava il porco, e dove era la mangiatoia pei cavalli, e dove tra mucchi di legna o di grano solevo trovar le uova ancora calde e portarle alla mamma. Quel sottano sonava ancora dei miei trastulli fanciulleschi”. Francesco De Sanctis

Nella suggestiva Galleria del Primaticcio e nel cortile cinquecentesco di Palazzo Firenze sarà possibile partecipare, da giovedì 8 a sabato 10 maggio al quarto incontro della rassegna dedicato questa volta al Parco Letterario® Francesco De Sanctis dell’Alta Irpinia (Avellino) ed alla presentazione di prodotti di eccellenza delle Terre di Irpinia.
 
Vedi invito in allegato


8 maggio 2014 (ore 18.00)

Scrittore, critico letterario, politico, Ministro della Pubblica Istruzione e filosofo, Francesco De Sanctis (1817 - 1883) fu tra i maggiori critici e storici della letteratura italiana nel XIX secolo. Lacedonia, Bisaccia, Calitri, Andretta, Guardia Lombardi, Morra De Sanctis e S. Angelo dei Lombardi sono tra i luoghi dell’Irpinia descritta in Un viaggio elettorale - il famoso réportage ispirato al viaggio nel collegio elettorale di Lacedonia, compiuto dal De Sanctis per sostenere la propria candidatura alle elezioni politiche del 1874/75 – e nel libro di memorie, rimasto incompiuto e pubblicato postumo, La giovinezza. Il paesaggio irpino che accompagnò l’infanzia e la fanciullezza di De Sanctis fu tutt’uno con l’ambiente familiare e paesano che lasciò così viva traccia di sé nella memoria di lui, perpetuamente esule: “(...) Non ci è quasi casa, che non abbia il suo bello sguardo, e non c’è quasi alcun morrese, che non possa dire: io posseggo con l’occhio vasti spazii di terra”.

  

A dare il via all’appuntamento di giovedì 8 maggio (ore 18.00) saranno i saluti del Presidente della Società Dante Alighieri Ambasciatore Bruno Bottai e del Presidente de I Parchi Letterari® Stanislao de Marsanich. A seguire Paolo Saggese del gruppo di lavoro del Parco De Sanctis e Agostino Pelullo, Presidente del Gal Cilsi, ci racconteranno il parco, il territorio e le bellezze dell’Alta Irpinia.
Subito dopo il Prof. Gerardo Bianco, Presidente Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d'Italia, il prof. Pasquale Sabbatino (Università Federico II di Napoli), "Francesco De Sanctis tra rivoluzione e letteratura" e il prof. Toni Iermano (Università di Cassino e del Lazio Meridionale), "De Sanctis Verde, per una ecologia della cultura" presenteranno al pubblico la Rivista di Studi Desanctisiani, un lavoro appassionante intorno e insieme a Francesco De Sanctis.

Al termine dell'incontro ci sarà la degustazione guidata della pasta di semola di grano duro “Senatore Cappelli” coltivato in Alta Irpinia nei luoghi amati e descritti da Francesco De Sanctis, a cura di Pietro Parisi (il cuoco contadino) e Giustino Catalano (esperto di enogastronomia)
 
 
9 maggio 2014 (ore 10.00)

Nella seconda giornata di eventi, venerdì 9 maggio (dalle ore 10) avrà luogo la conferenza stampa di presentazione della Rete GAL, Gal Cilsi, e del ruolo dei Parchi Letterari® e della Società Dante Alighieri e nella promozione dei Prodotti del territori italiani nel mondo.
Saranno presenti il Segretario generale della società Dante Alighieri Alessandro Masi, il Presidente de I Parchi Letterari® Stanislao de Marsanich, l’Assessore alla Agricoltura Regione Campania On. Daniela Nugnes, un collaboratore dell'on. Ministro Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole e Forestali*, Gerardo Capozza, Sindaco di Morra De Sanctis in rappresentanza dei comuni del Parco Letterario® Francesco De Sanctis: Morra De Sanctis, Lacedonia, Bisaccia, Calitri, Andretta, Guardia Lombardi, Sant’Angelo dei Lombardi, Raffaella Di Napoli, coordinatrice della Task Force Leader - Rete Rurale, Cristina Ambrosini, direttore responsabile “L’Agenzia di Viaggi” e Mario Salzarulo (coordinatore del GAL C.I.L.S.I.). (*o Suo delegato)

Alle ore 12.00 titti gli ospiti e i partecipanti alla Conferenza stampa assisteranno all’attesa prova di filatura artigianale con Latte Nobile® del Formicoso e relativa degustazione, a cura del casaro Nicola Balestrieri.

Dalle ore 10 alle 18 di venerdì 9 maggio e dalle 10 alle 14 di sabato 10 maggio, la Società Dante Alighieri ospiterà nel portico del cortile cinquecentesco di Palazzo Firenze gli stand degli agricoltori del Consorzio Formicoso Alta Irpinia promosso del Gruppo di Azione Locale CILSI.
 

Per l’occasione I visitatori avranno l’opportunità di degustare e acquistare i prodotti delle terre del Parco Letterario® Francesco De Sanctis.
  
 
INOLTRE...
Nella terza e ultima giornata di eventi dedicati al Parco De Sanctis, sabato 10 maggio, verrà riproposta l’Apertura degli stand con i prodotti del Gal Cilsi, alla quale si affiancherà un altro interessante evento: Open House a Palazzo Firenze. House Roma è un evento annuale che in un solo week end (per l’occasione sabato 10 e domenica 11 maggio) - tramite prenotazione obbligatoria www.openhouseroma.org , email info@openhouseroma.org tel. 06 45563543 - consente l'apertura gratuita di centinaia di edifici notevoli per le peculiarità architettoniche e artistiche. Le visite guidate, effettuate dagli studenti di architettura delle facoltà di Roma e dai cultori dell'architettura, permetteranno ai cittadini di scoprire il patrimonio nascosto della capitale: quegli spazi che per la loro quotidiana funzione o per mancanza di occasioni non sono aperti alla fruizione pubblica. 

Palazzo Firenze, foto Italianways.com  

Nella Roma della “Grande bellezza” non può mancare una visita alla scoperta della storia e della ricchezza artistica di Palazzo Firenze, dal 1926 sede della Dante Alighieri. Una sede nel cuore della Roma rinascimentale e barocca, dalle antiche origini e dal glorioso passato, legata alla figura del pontefice Giulio III Del Monte, ma soprattutto alla famiglia dei Medici di Firenze che, per lunghi anni, utilizzò il palazzo come propria ambasciata nella città papale. Una residenza di notevole pregio architettonico e artistico, cui offrirono il proprio contributo creativo i nomi eccellenti di Bartolomeo Ammannati, di Jacopo Zucchi e di Prospero Fontana e che forse ospitò, secondo un’ipotesi molto dibattuta, Michelangelo Merisi da Caravaggio, che visse, in ogni caso, a una manciata di metri dall’edificio.

Tra mercoledì 7 a sabato 10 maggio Palazzo Firenze sarà anche la sede della prima edizione del festival Madrelingua, importante evento organizzato dalla Dante Alighieri, dove parteciperanno studiosi, artisti ed esperti della lingua, della letteratura e della cultura italiana, e per riflettere meglio su alcuni grandi temi del dibattito culturale contemporaneo. Per l’occasione verrà presentato “Beatrice”, il primo social network della lingua italiana.

 Note storiche di Palazzo Firenze
Il Palazzo fu fondato dal Vescovo milanese Griffi, fiduciario di Sisto IV negli anni ‘80 del Quattrocento dalla famiglia Cardelli. Sotto Giulio III (1550-1555) vi fu aggiunta un’ala monumentale ad opera di Bartolomeo Ammannati, con l’attuale cortile e l’elegante prospetto architettonico; la decorazione mitologica, ancora oggi esistente, fu affidata negli stessi anni al bolognese Prospero Fontana e alla sua bottega nella loggia del pianterreno, nel salottino adiacente, nella Galleria al primo piano e nella sala con la Contesa delle Pieridi, tutto incorniciato dagli stucchi ammanatiani. Donato da Pio IV (1559-1566) a Cosimo I de’ Medici, il Palazzo già alla fine degli anni ‘60 del Cinquecento divenne la sede del giovane e brillante cardinale Ferdinando (poi Granduca di Toscana dal 1587), che richiamò Ammannati per l’Architettura e incaricò Jacopo Zucchi di nuove decorazioni: l’ultimo piano fu affrescato con cicli delle stagioni e dei segni zodiacali e una sala con la rappresentazione dei quattro elementi e le divinità ad essi collegate, con particolari scelte iconografiche. Dal Seicento, quando Ludovico Cigoli promuove nuove decorazioni, oggi scomparse, e propone alcune modifiche, il Palazzo è sede dei Cardinali e degli Ambasciatori medicei, e dal Settecento anche di numerosi artisti appositamente inviati per studi di accademia e di restauro. A metà del Settecento Asprucci realizza la facciata attuale in stile neocinquecentesco. Dopo l’Unità d’Italia il palazzo rimodernato diviene sede del Ministero di Grazia e Giustizia e di una Società Promotrice delle Arti, nel Novecento dell’Avvocatura dello Stato, della Presidenza Italiana dell’UNESCO, e nella parte storicamente più rilevante della Società Dante alighieri.
Dal 2012 la Dante istituisce e coordina da Palazzo Firenze I Parchi Letterari Italiani.

Seguici su : Facebook www.parchiletterari.com

info: 
Ufficio Stampa
Emanuela Gregori
Valerio De Luca
Società Dante Alighieri
Tel. 066873694/5
e.gregori@ladante.it 
valerio@freetrade.it
www.ladante.it 


ALLEGATO

Torna agli Eventi
I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®