Torna agli Eventi
Immagina Mancante

Carnevale Alianese 2012

19 Febbraio 2012

Aliano (Mt) 19 e 21 febbraio 2012. Il Parco Letterario® dedicato a Carlo Levi vi invita al Carnevale Alianese. Tornano tra le vie del borgo immerso nei calanchi le creature diaboliche e grottesche dai significati magici che si perdono nel tempo


I Parchi Letterari® Carlo Levi

CARNEVALE ALIANESE 2012

programma
 
Domenica 19 febbraio, ore 17.00

sfilata con le tradizionali MASCHERE CORNUTE
 
ore 19.30: Auditorium Comunale sull'anfiteatro: spettacolo con la FRASE- commedia improvvisata in dialetto alianese sui costumi alianesi
  
Martedì 21 febbraio, ORE 17.00

sfilata delle maschere CORNUTE con la partecipazione di un gruppo delle maschere di Tricarico;
 
 
E'un carnevale di antichi origini, con probabili elementi apotropaici di esorcismo verso il male. Le maschere piu' caratteristiche sono cornute, demoniache o spettrali. Gruppi di giovani percorrono il paese armati di ciuccigno, una sorta di manganello flessibile.
 
Indossano i classici mutandoni invernali ("i cauzenitt") cingendosi trasversalmente con un nastro di cuoio da cui pendono numerosi campanelli di bronzo e finimenti di muli e cavalli . Una fascia di crine circonda la vita, mentre il capo è coperto da una grossa maschera composta di argilla e cartapesta , sormontata da un gran numero di penne di gallo , dalla cui parte frontale spuntano corna assai pronunciate e lunghi nasi pendenti .
 
Raffigurano creature diaboliche e grottesche dai significati magici che si perdono nell'origine stessa del Carnevale . Tali maschere sono uniche , non è possibile trovarne altrove a testimonianza di una tradizione che ad Aliano si è conservata.

L'ultima domenica di Carnevale , nella piazza del paese , si tiene la "frase" , una rappresentazione sarcastica in cui si fa riferimento a fatti e personaggi della realtà locale .
 
Carlo Levi nel Cristo si è fermato ad Eboli : Venivano a grandi salti , e urlavano come animali inferociti , esaltandosi delle loro stesse grida . Erano le maschere contadine . Portavano in mano delle pelli di pecora secche arrotolate come bastoni , e le bandivano minacciosi , e battevano con esse sulla schiena e sul capo tutti quelli che non si scansavano in tempo .


Vedi anche:
tradizioni



Torna agli Eventi
I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®