Torna agli Eventi
Immagina Mancante

La Cultura parte integrante del sistema economico italiano

24 Gennaio 2012

E' ora possibile vedere ed ascoltare l'incontro dedicato a Carlo Levi ed a i colori ed i sapori della Lucania nell’ambito della rassegna organizzata nei saloni romani della Società Dante Alighieri


 

Si è svolto in Palazzo Firenze il terzo incontro del viaggio promosso dalla Società Dante Alighieri e Paesaggio Culturale Italiano: protagonisti Carlo Levi e la “sua” Aliano 

     «La cultura deve diventare parte integrante del sistema economico del nostro Paese e la Basilicata in questo senso può e deve costituire un modello per tutti, anche attraverso la riscoperta e la valorizzazione dei Parchi Letterari». Con questo messaggio comune l’Ambasciatore Bruno Bottai, Presidente della Società Dante Alighieri, e Luigi De Lorenzo, Sindaco di Aliano, hanno aperto mercoledì 18 gennaio in Palazzo Firenze il terzo incontro - il primo del 2012 - della rassegna Il cammino delle parole, promossa dalla “Dante” e da Paesaggio Culturale Italiano- I Parchi Letterari®. L’evento romano si è svolto sul tema “Carlo Levi: il futuro ha un cuore antico” e ha costituito il primo di due appuntamenti dedicati ai Parchi Letterari della Basilicata: il secondo è in programma mercoledì 25 gennaio su Albino Pierro.

     A presentare il Parco Letterario® Carlo Levi è intervenuto il Presidente Antonio Colaiacovo, che ha illustrato le ricchezze culturali del Parco di Aliano, piccolo paese di poco più di mille abitanti situato nella parte centro-meridionale della Basilicata, a un centinaio di chilometri da Matera, dove Levi fu confinato alla metà degli anni Trenta per ragioni politiche.

     Terminata la breve introduzione di Stanislao de Marsanich, Amministratore Delegato di Paesaggio Culturale Italiano - I Parchi Letterari®, ha preso la parola il saggista Vito Angelo Colangelo, che ha messo in risalto l’intenso rapporto tra Carlo Levi e la comunità di Aliano: «solo otto mesi di permanenza hanno inciso in maniera straordinaria non solo sull’attività dello scrittore, ma su tutto il Mezzogiorno».

     Dell’inedito atteggiamento di fronte all’esperienza dell’esilio ha parlato Guido Sacerdoti, Presidente della Fondazione Carlo Levi: «mentre illustri colleghi di Levi hanno vissuto l’esilio come un dramma difficile da superare, lo scrittore ha saputo cogliere lo scambio umano e culturale con la sua “nuova” casa».

     «Quello che mi ha sempre colpito di Aliano è la sua autenticità - ha detto l’architetto Lodovico Alessandri -. I Parchi Letterari hanno il compito fondamentale di conservare tale valore, rinnovando il paesaggio ma senza alterare le risorse del passato».«Dobbiamo farci promotori di una cultura diversa da quella considerata esclusivamente come merce - ha infine affermato Amedeo Schiattarella, Presidente dell’Ordine degli Architetti Pianificatori e Paesaggisti della Provincia di Roma -. Come architetti sentiamo sulle spalle il peso di dover trasmettere ai nostri figli il grande patrimonio che ci hanno lasciato i nostri genitori».

     L’incontro - al quale hanno preso parte, tra gli altri, il Senatore Emilio Colombo, l’Arcivescovo Metropolitano Emerito Francesco Antonio Cuccarese e il Consigliere Centrale della Società Dante Alighieri, Francesco Sisinni - è terminato con la presentazione di un montaggio fotografico dell’architetto Alessandri dedicato ad Aliano e con l’esibizione musicale di Peppe Militello, “il Menestrello degli Artisti”, che ha eseguito due brani inediti scritti da Carlo Levi negli anni Settanta e musicati dall’esecutore: L’uomo della luna e Il tempo lascia il conto e se ne va. Con l’occasione e con il contributo di don Pietro Dilenge, Presidente del Circolo Culturale Nicola Panevino, è stata inaugurata la mostra Cristo si è fermato ad Eboli: passato...presente, aperta al pubblico in Palazzo Firenze fino al 9 febbraio.

     Le oltre 400 persone che hanno partecipato all’evento hanno infine potuto conoscere i prodotti e le ricette tipiche di Aliano cucinate sul posto e offerte dai ristoranti Sisina la Contadina e La casa con gli occhi.

     Il prossimo appuntamento nell’ambito della rassegna “Il cammino delle parole” sarà ancora dedicato ai Parchi Letterari della Basilicata sul tema “Albino Pierro: il futuro ha un cuore antico” e si terrà mercoledì 25 gennaio alle ore 17.30 in Palazzo Firenze a Roma (piazza Firenze 27). Il progetto è curato da: Progetti Speciali Società Dante Alighieri (Marisol Burgio di Aragona m.burgiodiaragona@ladante.it e Valeria Noli v.noli@ladante.it) e Paesaggio Culturale Italiano  - I Parchi Letterari® (Stanislao de Marsanich s.demarsanich@paesaggioculturaleitaliano.com).

Informazioni e programma completo: www.ladante.it e www.parchiletterari.com.

--------------------------------------------

Guarda il servizio del TGR Basilicata del 20 gennaio 2012

-----------------------------------------------------------------
GUARDA I VIDEO

   
“Carlo Levi nella storia di Aliano”: intervento del saggista Vito Angelo Colangelo “Carlo Levi alianese”: intervento di
 Guido Sacerdoti,
 Presidente della Fondazione
Carlo Levi
 
Peppe Militello, “il Menestrello degli Artisti”, esegue due brani inediti scritti da Carlo Levi negli anni Settanta e musicati dall’esecutore: L’uomo della luna e Il tempo lascia il conto e se ne va

-----------------------------------------------------------------

ASCOLTA GLI INTERVENTI

-----------------------------------------------------------------
VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA

 

RASSEGNA STAMPA

 

Torna agli Eventi
I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, Paesaggio Culturale Italiano® e gli altri marchi ad essi collegati, sono registrati in Italia, in ambito comunitario ed a livello internazionale - Privacy Policy
Creazione Siti WebDimension®